8 modi segreti per far aprire tuo figlio

instagram viewer

Foto: Devin Tomiak

Non è scienza missilistica. Le persone a cui ci apriamo sono le persone ci piace. Condividiamo più liberamente con il nostro coniuge o con i nostri amici più cari o con un parente fidato. Forse condividiamo con il driver Uber, ma probabilmente è perché quel driver Uber è un buon ascoltatore. O forse ti fa ridere con una storia su un passeggero precedente che voleva un passaggio al negozio di alimentari alle 2 del mattino per scodellare i cocomeri lungo i corridoi. Quando ti ritrovi ad aprirti per raccontare a quell'autista di tuo nonno, che amava anche giocare a bowling, non ti senti giudicato. Non sei infastidito. sei godendo te stesso. Ti apri perché ti piace chattare con il tipo.

I nostri ragazzi non sono diversi. Quando parlare apertamente li coinvolge, quando è interessante e divertente e quando si sentono al sicuro, sono inclini a parlare liberamente. Quando la conversazione sembra un lavoro ingrato, beh, allora... a chi piacciono i lavori domestici?

La condivisione è la cura.


Condividere su noi stessi è un atto di dare. Rivelare informazioni personali può metterci a disagio e spesso è molto più facile non condividere. C'è vulnerabilità nell'aprirsi; istintivamente ci tratteniamo se ci sentiamo insicuri o se semplicemente non ci sentiamo bene.

Eppure, non importa quanto tu sia divertente, non giudicante e caloroso come genitore, è l'ordine della natura: i genitori vogliono sapere, sapere, sapere. E ci sono momenti o fasi nella vita di un bambino che tutto ciò che vogliono fare è alzare gli occhi al cielo e non condividere. L'antica saga. Tu chiedi e loro restano a bocca aperta. Quindi, come farli parlare quando la tua genitorialità e la loro infanzia ti mettono in un tranquillo solco?

Dai a tuo figlio il potere.
A tutti noi piace sentirci "al corrente". Sia che stiamo condividendo la saggezza conquistata con fatica, acquisita attraverso l'esperienza vissuta, come mascherare il cavolo riccio nel cibo per bambini, o pettegolezzi succosi, avere informazioni che gli altri ritengono preziose ci fa sentire importante. Prova a far sentire a tuo figlio che quello che ha nella sua testolina è prezioso. Piuttosto che "Cosa hai fatto a scuola oggi?" prova "Insegnami qualcosa che hai imparato oggi". Hanno cose che possono insegnare? Improvvisamente, sono al comando, e con ciò arriva la sensazione di essere "al corrente" e forse la sensazione che vorranno condividere.

I riflettori possono essere accecanti.
Le domande possono far sentire alcuni bambini come se fossero sul posto. Prova una semplice riformulazione come "Stavo pensando a te al parco giochi oggi e mi chiedo con chi hai giocato". È una sottile differenza rispetto a "Con chi diamine hai giocato a ricreazione?" Eppure può cambiare il flusso di conversazione. Inoltre, "I bambini spesso si aprono di più in macchina, durante una passeggiata o al buio, tutte le volte in cui il contatto visivo è limitato", afferma la dott.ssa Laura Markham, psicologa clinica e autrice di tre libri best-seller sulla pace genitorialità.

Vai per primo.
Lascia che ti dica cosa ho fatto oggi... Sei curioso, vero? Quando racconti a tuo figlio della tua giornata, e non solo le cose noiose del tipo "Sono andato a lavorare", ma le cose belle e interessanti, ingrassi la ruota per un buon convo. Chi non ama la storia di un collega che si dribbla senape sulla maglietta a pranzo? Inoltre, quando menzioni come gli hai prestato la maglietta di ricambio della tua borsa da palestra, modelli la gentilezza e la preparazione per il bambino. Potrebbe essere un modo subdolo di far cadere alcune pepite di saggezza sul giovane, ma non c'è lezione come una lezione mascherata nel gioco della genitorialità.

Giochi. Sono divertenti.
Due verità e una bugia. Il gioco Preferiresti. 20 domande. Anche un semplice indovinello con suggerimenti. “Sembra che tu sia stanco morto. Scommetto un lecca-lecca, immagino perché.» Sì, tuo figlio potrebbe capire cosa stai facendo. Ma portare divertimento in una conversazione potrebbe essere tutto ciò che serve per far loquace tuo figlio.

Ritualizzare.
Comunque lo plasmi, che si tratti di Taco Tuesday o Sunday Funday, cementa un momento in cui condividi. Alcune famiglie condividono ciò di cui sono grate per quella settimana. Altri fanno Rose Thorn Bud, discutendo del loro momento migliore, del loro peggio e di cosa non vedono l'ora. Aggiungi un elemento speciale per rendere unico il rituale (come i panini gelato o uno spettacolo televisivo che la tua famiglia ama) e l'evento sarà davvero uno spettacolo.

Non dare consigli. È fastidioso.
È difficile resistere a dare suggerimenti. Soprattutto quando i bambini si lamentano. È nostro istinto come genitori voler sistemare le cose per i nostri figli. Ma secondo Adele Faber, co-autrice di Come parlare in modo che i bambini ascoltino e ascoltino così che i bambini parlino, quando i genitori cercano di dissuadere i bambini da ciò che sentono, questo è il modo più veloce per farli chiudere. "Invece", suggerisce, "annunci per fargli sapere che stai ascoltando attivamente, o dì qualcosa di neutro come, 'Oh, questo è ciò che è ti infastidisce.' O 'Sembra che possa essere piuttosto sconvolgente.' In questo modo stai dimostrando a tuo figlio che ottieni esso.

Guida il carpooling.
Molto probabilmente se trovi tuo figlio che parla di meno con te, è perché sta parlando di più con i suoi amici. Questo è completamente appropriato allo sviluppo. Tuttavia non vuoi che adolescenti o preadolescenti si oscurino con te. Spesso i bambini iniziano a chiacchierare con i loro amici e dimenticano che sei lì, dandoti del cibo per seguirli in seguito. Dopotutto, tutto è lecito in amore e genitorialità.

E se tutto il resto fallisce, vai avanti e imburrali.
Fai qualcosa fuori dall'ordinario con tuo figlio che a loro piacerà. Portali fuori a colazione e lascia che arrivino tardi a scuola. Portali a comprare un nuovo cappello, un vestito o un paio di scarpe da ginnastica. Andare in giro in bicicletta. Costruisci quella ruota per criceti LEGO con cui tuo figlio ti ha pregato di aiutarti. I bambini felici hanno le labbra sciolte.

Questo post è apparso originariamente su Il blog di Biggies Conversation Cards.
Teachs.ru
insta stories